Fanculo Amore 2017-04-17T10:19:03+00:00
ACQUISTA ORA

Fanculo Amore

“Mi passò accanto e qualcosa avvampò dentro di me. Feci una giravolta, seguendola con lo sguardo. Aveva un culo da standing ovation: alto, sodo e scolpito. C’era una sola cosa da fare con quel culo: inginocchiarsi e venerarlo, inchinarsi dinnanzi alla Sua Magnificenza, prostrarsi come una tribù di selvaggi al cospetto del proprio idolo”

“Fuggire l’amore per cercare l’amore, una gara che sembra senza senso, e che però un senso ce l’ha, finalizzata com’è al mantenimento degli stimoli, al non adagiarsi mai. È l’arte di rimettersi in gioco, il coraggio di gettar via l’amore per ricominciare a cercarlo, una, dieci, cento volte, pur di mantenere la tensione giusta, pur di nutrire il desiderio, i sogni, in una parola: la vita.”

‘Fanculo amore’: è provocatorio sin dal titolo questo romanzo di Pier Francesco Grasselli. Stavolta lo scrittore parla di quella dibattuta tipologia di uomini che fa disperare le donne: i ‘Peter Pan’, gli ‘eterni ragazzi’. ‘Esistono due tipi di uomini. Quelli che cercano la tranquillità, che si mettono con una donna e che senza si sentono persi. E quelli che non smettono mai di cercare l’ebbrezza, il brivido dei primi incontri, l’emozione della scoperta’ scrive l’autore di “All’inferno ci vado in Porsche” e “Ho scaricato Miss Italia”.
Nel romanzo l’autore si mette in gioco in prima persona per raccontare le avventure sentimentali di un giovane alla prese con la passione per la scrittura, la voglia di amare e un mondo dove non sembra esserci posto per lui. Dopo la saga della generazione dannata, Grasselli abbandona il ruolo di osservatore delle vite dei suoi coetanei per diventare narratore di una storia dal sapore autobiografico dove l’amore per le donne e per la scrittura vanno in parallelo.
Un capitolo dopo l’altro il giovane aspirante scrittore, protagonista di questo romanzo, accumula rifiuti dalla ragazza di cui si è innamorato e dalle case editrici. ‘Non ci mandi altri dattiloscritti se non dietro esplicita richiesta’, gli intima in una lettera una casa editrice dopo aver rifiutato il suo romanzo. ‘Non uscirò mai con te nemmeno se fossi l’ultimo uomo rimasto sulla terra’, sibila Sabrina mentre lo molla in mezzo a un parcheggio.
Mentre le lettere di rifiuto degli editori si accumulano e il rapporto con Sabrina non decolla, la famiglia lo incalza perché dia qualche segnale di maturità: un lavoro sicuro, un rapporto stabile. Stretto tra senso di fallimento e determinazione a difendere i propri sogni il giovane protagonista si prende più di una pausa davanti a qualche long drink. E il ‘fanculo amore’ che risuona nel titolo altro non è che il grido rabbioso di chi non riesce a trovare il suo posto nel mondo proprio perché non si accontenta di una vita tranquilla e di un amore ‘standard’.
Con uno stile che mescola ironia e umorismo questo romanzo mette in scena l’eterno scontro tra i sogni e la realtà, tra la voglia di avventura e di grandi emozioni e il desiderio di stabilità, tra la paura e l’ineluttabilità del diventare adulti.
Un romanzo di formazione moderno: crudo nel linguaggio ma delicato e tenero quando si addentra nelle sofferenze nascoste di un giovane dei nostri tempi, fragile e forte. Una storia intensa e appassionata, spassosa e piccante, scanzonata ed esilarante.

Presentazione a Roma